Diversi eventi organizzati per la Settimana della lingua italiana a Podgorica

L’ambasciata italiana in Montenegro ha organizzato una serie di eventi nell’ambito della 18ma Settimana della lingua italiana nel mondo. Come riferisce la rappresentanza diplomatica italiana nel paese balcanico, le celebrazioni sono cominciate con una mostra itinerante dal titolo “Dove il sì suona. Viaggio attraverso la lingua italiana“, allestita a Podgorica presso la Galleria “Centar” e realizzata grazie alla Società Dante Alighieri di Roma che l’ha ideata. Nel percorso espositivo anche elementi poco noti, inclusa una piccola sezione sull’influenza dell’italiano sulla lingua montenegrina e un ricordo di due dei più famosi personaggi montenegrini “italofoni”, ovvero il vladika Petar Petrovic Njegos e la principessa Elena del Montenegro, regina d’Italia.

La mostra, che ha riscosso un grande successo di pubblico, è stata inaugurata presso la galleria Centar di Podgorica dall’ambasciatore d’Italia in Podgorica Luca Zelioli, dal vice ministro della cultura del Montenegro Dragica Milic, dal direttore generale per gli rapporti internazionali presso il ministero della Pubblica istruzione del Montenegro Marko Vukasinovic e dall’assessore alla cultura e allo sport del comune di Podgorica, Nela Savkovic Vukcevic. La mostra da lunedì 22 ottobre sarà ospitata a Niksic, sede del Dipartimento di italianistica dell’Università del Montenegro presso il Centro per l’innovazione e l’imprenditorialità Tehnopolis.

A seguire, nel rispetto del tema a cui quest’anno è dedicata la Settimana della lingua, ovvero l’italiano nella rete, le reti per l’italiano, l’ambasciata ha organizzato un laboratorio didattico dal titolo “L’uso del computer, delle reti e di internet nella didattica dell’italiano come lingua straniera“, concepito come concreta modalità di aggiornamento professionale per gli insegnanti di italiano nelle scuole pubbliche montenegrine, in collaborazione con il ministero della Pubblica Istruzione del Montenegro. Nell’occasione, l’ambasciatore ha annunciato la donazione, grazie anche al sostegno della società Terna, a tutte le scuole del Montenegro dove si insegna l’italiano, un nuovo programma informatico per l’insegnamento della lingua di Dante: si tratta di un totale di 138 Cd-rom multimediali, prodotti dalla società italiana specializzata Edilingua.

Infine, a Niksic (18 ottobre) e a Podgorica (19 ottobre) ha organizzato la presentazione del libro “La resistenza dimenticata, Partigiani italiani in Montenegro (1943-45)“ dello storico italiano Eric Gobetti. Una storia di guerra e di dolore che ha segnato in maniera indelebile la vita di eroi semplici che, senza ragioni ideologiche o di convenienza, scelsero di combattere il nazismo. Oltre all’autore e all’ambasciatore Zelioli, alle due presentazioni intervengono: il sindaco di Niksic, Veselin Grbovic, il sindaco di Podgorica, Ivan Vukovic, i presidenti delle associazioni combattenti montenegrini e antifascisti di Niksic e Podgorica, Bato Mirjacic e Zuvdija Hodzic e lo storico montenegrino Slavko Burzanovic.

0Shares
0 0 0