Le nuove misure per prevenire l’ulteriore diffusione del coronavirus e tutelare la vita e la salute dei cittadini 

L’Ente nazionale di coordinamento contro le malattie infettive ha adottato nuovi provvedimenti per prevenire l’ulteriore diffusione del coronavirus e tutelare la vita e la salute dei cittadini.

Le misure provvisorie sono:
1) sospensione del traffico passeggeri internazionale, ad eccezione dell’arrivo annunciato dei cittadini montenegrini mediante missioni diplomatiche e consolari, con alloggio obbligatorio in quarantena, conformemente alla decisione degli ispettori sanitari;

2) Divieto di trasporto interurbano di passeggeri, esclusi i veicoli a motore che trasportano passeggeri che svolgono attività essenziali per il traffico di merci, fornitura e consegna di medicinali, servizi medici di emergenza, servizi di pubblica utilità, fornitura di carburante ed elettricità, trasporto di dipendenti, trasporto di persone che risiedono fuori dal luogo di residenza o residenza per tornare in quel luogo;

3) divieto di presenza di più di due persone insieme in un luogo pubblico all’aperto (marciapiedi, piazze, strade, parchi, viali, lungomare, spiagge, ecc.), Tranne per le persone che svolgono i loro normali compiti lavorativi;

4) è consentito al medico di famiglia di estendere, su richiesta del dipendente, il periodo di malattia temporanea di un massimo di 30 giorni e quello temporaneo di malattia superiore a 30 giorni fino al 30 aprile 2020;

5) obbligo per le persone fisiche e giuridiche che svolgono lavori edili di organizzare i lavori in modo da garantire il rispetto delle misure epidemiologiche, in particolare il rispetto della distanza sociale tra i lavoratori e altre misure di salute e sicurezza sul lavoro;

6) obblighi per farmacie, strutture in cui si vendono alimenti, bevande e mezzi per l’igiene, strutture specializzate per la vendita di prodotti per bambini, prodotti edili, prodotti fitosanitari e materiali per impianti, prodotti per l’alimentazione e il trattamento degli animali, macchine agricole e attrezzature funebre di organizzare l’orario di lavoro tra le 8:00 e le 18:00, tranne che per le
consegne a domicilio all’indirizzo del cliente, che possono essere svolte durante l’orario di lavoro che il commerciante indica in conformità con la normativa;

7) l’obbligo per i proprietari e gli utenti di chioschi ed edicole in cui viene venduta la stampa di organizzare l’orario di lavoro nel
periodo dalle 7 alle 15 , in due turni di quattro ore per ciascun dipendente;

8) l’obbligo delle autorità competenti che eseguono il controllo e la regolamentazione del traffico sulle strade di considerare valide le patenti scadute se il conducente con patente possiede una polizza assicurativa valida e il certificato attestante l’avvenuto tagliando sul veicolo;

9) obbligo degli enti statali, degli enti amministrativi statali, degli enti locali , dei Comuni, delle istituzioni pubbliche e di altre persone giuridiche, imprenditori e persone fisiche di considerare validi la residenza permanente, il permesso di soggiorno temporaneo e il permesso di lavoro degli stranieri, anche se risultano scaduti;

10) sospensione della riscossione delle tasse (per un importo di 2 euro) per i cittadini che hanno richiesto l’emissione di certificati di nascita e certificati di cittadinanza attraverso il portale www.dokumenta.me.

0Shares
0 0 0